regime forfettario

Segnaliamo ad ogni fine utile i controlli che il Fisco sta mettendo in atto per verificare la correttezza dell’applicazione del regime forfettario.

La legge di Bilancio 2019 ha esteso il regime forfettario ai contribuenti con ricavi/compensi fino a 65.000 euro.

Questa modifica ha introdotto sicuramente vantaggi ed ha provocato un aumento di contribuenti in regime forfettario, alcuni dei quali “fasulli” o meglio senza i i requisiti necessari per l’accesso al regime.

Per rimanere al di sotto della soglia prevista dal regime forfettario, imprenditori soci di società potrebbero liquidare in maniera fittizia le società per iniziare ad operare con ditta individuale e suddividere il fatturato in tante partite IVA quanti sono i soci della vecchia società liquidata. Ancora, ditte individuali che potrebbero cedere parte dei propri ricavi o compensi ad altri contribuenti, con l’unico scopo di rimanere entrambi sotto il limite dei 65.000 euro annui e pagare l’imposta agevolata al 15% .

Obiettivo dei controlli del Fisco è quello di neutralizzare eventuali irregolarità ed eventuali frodi nella fruizione della flat tax.

Ma come effettuerà queste verifiche il Fisco?

I controlli potranno avvenire con due modalità differenti:

verifiche direttamente presso le sedi di attività o presso gli esercizi commerciali dei contribuenti che hanno aderito al regime forfettario

utilizzo dei big data e analisi del rischio per individuare quei contribuenti che hanno avuto accesso al regime forfettario pur non avendone i requisiti. Nei confronti di tali soggetti saranno effettuate verifiche che prevedono l’incrocio dei dati relativi alle entrate ed alle uscite con il fatturato dichiarato.

Inoltre, in base a quanto disposto dal Dl n. 119/18, anche la Guardia di Finanza ha accesso all’anagrafe dei conti correnti, con l’obiettivo specifico di individuare i contribuenti con un’operatività bancaria non in linea con l’attività svolta e con i redditi dichiarati.

I controlli saranno coordinati con l’Agenzia delle Entrate, in modo da realizzare piani di intervento basati su analisi del rischio.

Per ulteriori informazioni il nostro team di esperti è a vostra disposizione, contattaci via mail info@studiovigo.eu

Ottobre 12, 2019

Regimi forfettari: presto controlli del Fisco

Segnaliamo ad ogni fine utile i controlli che il Fisco sta mettendo in atto per verificare la correttezza dell’applicazione del regime forfettario. La legge di Bilancio […]